Formazione del personale

 

 

La formazione continua è da sempre fondamentale per permettere alle aziende di rimanere competitive e attraenti nel corso del tempo, riuscendo a favorire la creazione di valore.

La nascita di nuove tecnologie, l’adozione di nuovi metodi lavorativi, imporranno l’acquisizione di competenze sia tecniche sia trasversali da parte di ogni lavoratore a prescindere dal ruolo che ricopre.

Il management dovrà non solo conoscere le innovazioni, le nuove tecnologie e le nuove soluzioni presenti sul mercato ma anche saperle introdurre nella propria azienda, adattarle e trasmetterle alle proprie risorse.

Il personale dovrà diventare sempre più flessibile e oltre a conoscere le soluzioni proposte dal management, dovrà essere in grado di adattarsi velocemente ai cambiamenti mantenendo una forma mentis aperta e pronta ad un apprendimento costante.

Specialmente in un periodo come questo, caratterizzato da una forte incertezza e dalla necessità di modificarsi, reinventarsi ed evolvere (basti pensare all’industria 4.0, alla digitalizzazione, allo smart working…) risulta fondamentale sapersi organizzare e gestire le fasi di trasformazioni in maniera strutturata, coerente, organica ed armonica.

Per fare ciò occorre conoscere ed applicare metodologie e strumenti che riescano a favorire questi processi in maniera sistematica ma flessibile, in questo senso risulta centrale il Project Management.

Una corretta applicazione del project management permette di raggiungere in maniera efficace ed efficiente gli obiettivi e di portare a termine i progetti nella miglior maniera possibile attraverso l’applicazione di metodologie, strumenti, conoscenze note e formalizzate.

Il project management pone la sua attenzione sulla:

– gestione dei progetti, delle risorse, degli uffici, del personale…

– sull’organizzazione

– sul problem framing

– sul problem solving

– sulla comunicazione

– sulla conservazione del know-how aziendale

– sugli aspetti legati alle cosiddette ‘soft skill’.

Non si deve pensare al project management come una disciplina statica e rigida, per sua natura è:

– flessibile                           

– adattabile a molti contesti

– in grado di promuovere lo sviluppo di nuove idee e soluzione in maniera creativa e organizzata

– integrabile con differenti metodologie note (ad esempio il metodo TRIZ nella produzione di una nuova soluzione in ambito tecnico e tecnologico)

– combinabile con differenti discipline (per esempio il project management viene unito al mondo ‘lean’, per snellire la gestione di progetti complessi e di ridurre gli sprechi)

– attento ai cambiamenti nel mondo del lavoro e in costante evoluzione

 La conoscenza di questa disciplina risulta utile e importante per chiunque a qualsiasi livello o per qualsiasi scopo: l’assimilazione dei suoi principi permette di non solo di imparare a organizzare e gestire un team di lavoro o un progetto ma anche di gestire in maniera ottimale le proprie relazioni con i colleghi o la vita personale. Esso fornisce una forma mentis, un insieme di strumenti e soprattutto un metodo che possono migliorare la nostra capacità di raggiungere obiettivi concreti.  

Vuoi saperne di più?

Scarica la nostra guida gratuita “Sistema lavoro”, scopri come districarti tra obblighi di legge e le strategie per gestire la crescita personale dei tuoi dipendenti!